h1

Spreca il tuo tempo in maniera utile.

giugno 18, 2010

Quanto tempo che non scrivevo più su questo vecchio bidone. Quante lune sono passate, quante volte il sole ha girato intorno alla terra. E per cosa? Boh, perché iniziassero i mondiali e io cambiassi il mio pc al lavoro. Queste sì che sono le rivelazioni della vita, nevvero? Vabbè, non è certo l’assenza dal mio blog che avrebbe portato il mondo a cambiare stile o a invertire la sua tendenza.
E di questo mi piacerebbe parlare oggi, la tendenza umana, ché ultimamente l’attività lavorativa mi lascia più distaccato del solito, non schifato, distaccato. Chiunque abbia lavorato in qualche ufficio avrà avuto quei momenti di rivelazione. Quei flash di luce bianca che potremmo definire come ‘epifania’. Chi non ha mai lavorato in ufficio, segua l’esempio che ora esplicherò:

Siete nel mezzo di una riunione che dura ormai da un paio d’ore. Il vostro capo è lì seduto, parla placidamente a tutti voi, le persone ascoltano, interessate. Alcune prendono appunti, qualcuno dopo arriverà con qualche domanda. E voi, tutto d’un tratto, aprite gli occhi e pensate: UN GIORNO DOVRO’ MORIRE E SONO QUI A PARLARE DI COSE DI CUI NON ME NE SBATTE UN CAZZO.

Eh sì, capita spesso, perlomeno al sottoscritto. Ma ancora più allucinante è come certe persone sembrano trovare un placido modo di stare al mondo in questo interessarsi di cose totalmente inutili, in gran parte. Per esempio, se invece di trascorrere ore a fare riunioni a discutere di puttanate ignobili, ci mettessimo a parlare di sentimenti, di rapporti umani, di confronti? Probabilmente nel breve periodo non porterebbe assolutamente a nulla, ma d’altronde nel mio caso, neanche parlare di come risolvere il mistero di due scritte in più su un tabulato per novanta minuti di fila, mi sembra particolarmente utile. Non sarebbe bello rallentare il progresso tecnologico, andare al lavoro con più calma, avere meno frenesia e foga nella vita e dei rapporti umani che fossero effettivamente migliori? Spendere più tempo con le persone, conoscerle, apprezzarle per i loro (ENORMI) limiti? In questo siamo molto animali: usciamo, raccogliamo le nostre pagliuzze e torniamo quanto prima al formicaio.
Solo che, come sempre ripeto, gli animali sono dignitosi e sempre degni di rispetto, gli esseri umani ben di rado. Anche perché la cosa più grave è che molte di queste persone, incluse quelle che hanno partecipato alle riunioni e fatto domande, poi si LAMENTANO. Uhm. Perché mai lamentarsi se perdersi in queste orrende puttanate è l’unico modo che questi soggetti hanno a disposizione per trascorrere la giornata? E’ la coscienza che gli rimorde?
Ok, basta punti interrogativi, ne abbiamo visti a iosa. Come sempre, sono semplicemente una riga su un monitor in un blog che non legge nessuno, e giustamente, però davvero riflettete un attimo. Perdete tempo a migliorarvi, a capirvi, a parlare con la vostra famiglia, con gli amici, con il lattaio. Ne verrà solo del buono, delle riunioni che avete fatto tra trent’anni non fregherà più niente a nessuno, a voi in primis.

Però chiudiamo in bellezza, con la dimostrazione che del buono nell’essere umano c’è sempre:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: